Roma – Il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, chiarisce la posizione del Governo sul divieto di fusione tra Autostrade per l’Italia, società operativa del gruppo Autostrade, e Albertis. Dopo le perplessità manifestate dalla Commissione europea sulla regolarità della comunicazione, il ministro afferma di aver dato disposizione all’Anas di informare Bruxelles sul “diniego di autorizzazione del trasferimento della concessione da Aspi alla Albertis”. Il rifiuto di Palazzo Chigi, ha sottolineato il ministro, non riguarda la possibilità di fusione tra le società ma il passaggio automatico di un bene pubblico, cioè della concessione, da un soggetto all’altro come conseguenza di una fusione societaria. (14:55)