Roma – La compagnia di bandiera ha messo in vendita i terreni di Fiumicino. Cinquanta ettari da cui si potrebbero ricavare più di 130 milioni di euro. Un modo, probabilmente, per risanare le finanze. O per acquistare nuovi aeromobili. La situazione della compagnia è infatti ancora profondamente “a rischio”, questo quanto dichiarato nei giorni scorsi dai sindacati. Per il prossimo 7 settembre, infatti, è stato indetto un sciopero dei piloti e del personale di terra. (ore 14:20)

NO COMMENTS

Leave a Reply