Londra, Ha aperto ieri i battenti il Motor Show International di Londra, manifestazione che ritorna da Birmingham, dopo circa 30 anni, nella capitale inglese. L’Opel ha fatto le cose in grande sin dalla vigilia della rassegna per il suo modello strategico: la nuova Corsa infatti è scesa dal cielo trasportata da un elicottero sorvolando il Tamigi, in un pomeriggio da 40 gradi all’ombra.
Per realizzare la quarta generazione della Corsa, lunga 3,999 metri, venduta dal lancio in 9.200.000 unità in Europa (di cui 800.000 in Italia), l’investimento è stato di un miliardo di euro.
Una tre porte sportiva per i ventenni ed i trentenni ed una cinque porte per la famiglia sono i modelli previsti. Due varianti di carrozzeria distinte fra loro, con una linea vincente che evoca quella dell’Astra. Abitacolo non convenzionale, razionalità e versatilità degli spazi grazie anche al sistema FlexFix. Irromperà in un segmento combattuto dove oggi brilla la Fiat Grande Punto e che comprende altri modelli di successo come Peugeot 207, Renault Clio e Toyota Yaris. La nuova Corsa arriverà in ottobre e in un anno pieno ne venderemo 50.000. Iprezzi partiranno da 11.300,00 euro per la tre porte base. La capacità produttiva delle due fabbriche, in Spagna (Saragozza) ed in Germania (Eisenach) è di 400.000 veicoli all’anno. Tre i motori a benzina, 1.0, 1.2 e 1.4, ed altrettanti turbodiesel sono i propulsori offerti da Corsa. Quest’ultimi in particolare sono quelli nati dall’ex partnership con Fiat: 1.3 CDTi da 70 e 90 cv, più il 1.7 CDTi da 125 cv. Cambi manuali a 5 e 6 marce, automatico ed Easytronic.
Il Gruppo Ford propone una serie di anteprime mondiali con i propri marchi, Land Rover, Mazda, Jaguar e Volvo ma pone anche l’accento sul proprio modello Focus.
Land Rover ha esposto la nuova Freelander costruita in Inghilterra. Design vincente, due nuovi propulsori il V6 benzina da da 3,2 litri ed un turbodiesel quattro cilindri da 2,2 litri. In Italia sarà presentata in novembre alla stampa per poi debuttare al Motor Show di Bologna in dicembre, periodo in cui inizieranno le vendite. Mazda ha alzato i veli sulla MX-5, la Roadster-Coupè, due posti secchi, lunga 3,99 metri. L’originalità è di disporre di un unico tetto rigido elettrico che non penalizza il bagagliaio (150 litri) e che si apre in 12 secondi. I motori scelti sono due benzina un 1.8 da 126 cv e un 2 litri da 160 cv. La vedremo a Bologna al Motor Show.
Fuori dallo stand Ford una temperatura di 40 gradi dentro invece sotto… zero: esposta, infatti, una Focus Coupè-Cabriolet a bioetanolo fatta di ghiaccio. Sempre a bioetanolo la Focus C-Max nata come risposta al programma antinquinamento di Londra. Presente anche il resto della gamma fra cui spiccava la nuova Galaxy.
Il marchio inglese Jaguar propone la XKR, Coupè e Cabrio, simbiosi fra una veloce GT ed una vettura sportiva, che sbarcheranno in Italia in novembre con prezzi rispettivamente di 99.650,00 euro e di 107.950,00 euro. Volvo espone la XC90 SE Sport, telaio sportivo, ruote maggiorate di 19″, motori a benzina V8 da 4,4 litri, 315 cv o V6 da 3,2 da 238 cv e turbodiesel D5 da 185 cv. Poi in visione anche S60, la concept C30, la S80, la C70. Fra le altre anteprime sportive spiccano quelle di Seat e di Honda. L’ultima proposta della gamma Leon è la Cupra, spiccata sportività, alte prestazioni. Arriverà ad inizio del nuovo anno. E’ la compatta di serie più potente della storia della Casa spagnola. Con i suoi 240 cv, è infatti il modello di punta della gamma Leon.
Molto riuscita nel design l’Honda Civic 3 porte, ricca di contenuti in un abito sportivo. L’attesa versione 3 porte Civic è denominata commercialmente Civic Type S. Della 5 porte ha il look dinamico reso più aggressivo dalle minigonne laterali, dalla carreggiata allargata, dai cerchi da 17 pollici e, infine, dalla profonda presa d’aria anteriore. I propulsori comprendono un benzina da 1.8 litri e un turbodiesel da 2.2 litri, entrambi da 140 cv e con cambio manuale a 6 marce. L