Roma – L’esperimento dell’Isvap non convince la Confcommercio. L’idea di istallare un “check box” su 17mila veicoli campione in cambio di uno sconto sull’assicurazione sembra non essere andata giù all’associazione dei commercianti. La Confcommercio ha chiesto chiarimenti in una nota inviata a Isvap, Ania, ministero dello Sviluppo economico e Garante della concorrenza. L’associazione ha chiesto, in particolare, di aver maggiori delucidazioni sulla gara d’appalto vinta da Meta System, azienda che realizzare i check box per il progetto di Isvap. (ore 14:00)