Offenbach, Un elegante quartier generale, dove svettava la scritta «Gateway to Europe» (la porta dell’Europa) e che coordinerà 26 mercati del Vecchio Continente. Affiancherà il Centro di ricerca e sviluppo di Russelsheim, sempre in Germania. L’obiettivo facile da intuire è quello di diventare il secondo importatore asiatico in Europa dopo Toyota e prima di Nissan. Dopo Stati Uniti, Germania, Giappone e Cina la Corea del Sud è fra i più grandi costruttori al mondo. Quest’anno venderà 3,9 milioni di veicoli (+4,8%). Huyndai, con un investimento di 50 milioni di euro, ha inaugurato, la scorsa settimana, una nuova sede ad Offenbach alle porte di Francoforte. A Parigi, tre le novità in passerella: l’elegante edizione aggiornata della Coupe (in alcuni mercati è conosciuta Tiburon), dal riuscito lifting, la concept Arnejs, che prefigura quella che sarà la nuova vettura di segmento C e l’ammiraglia Grandeur CRDi VGT, con il primo diesel proposto dal Gruppo coreano nell’area delle berline di prestigio. Una Grandeur (negli Usa è nota come Azera) disegnata e progettata per entrare in concorrenza con modelli come Volvo S80 e Peugeot 607. Sviluppato sotto la guida del capo del design del Centro europeo, Thomas Burkle, il concept Arnejs ha la funzione di accentuare la “brand identity” e arriverà in primavera sui mercati. Sempre nel 2007 il nuovo Suv Veracruz. Secondo il quotidiano Korea Times per Hyundai-Kia starebbe per arrivare un radicale cambio di strategia: l’ambizione di diventare il quinto Gruppo auto al mondo (nel 2005 era al sesto posto) non sarebbe più una priorità perchè si punterebbe ad investire in servizi di assistenza alla clientela cercando di scalare le graduatorie mondiale sull’affidabilità. «Vogliamo diventare più competitivi – ha puntualizzato Giulio del Pietro, amministratore delegato di Hyundai Italia – ed appare evidente che le vendite aumenterebbero in conseguenza di una migliore qualità percepita dei modelli». Sempre secondo la stampa coreana, il Gruppo Hyundai sta seguendo il modello Toyota, prossimo a superare GM nei volumi di vendita, ma dopo aver centrato tutta la sua strategia sulla qualità. Sono ben cinque le Hyundai giudicate tra le migliori auto acquistabili in Nord America all’annuario dei consumatori statunitensi, il “Car book 2006”. Sono 26 anni che questa guida consiglia ai suoi lettori cosa acquistare e questa volta la «migliore scelta» ha selezionato Accent, Elantra, Santa Fe, Sonica e Tucson. Tutte commercializzate anche in Italia, dove fino al 31 ottobre sono proposte a prezzo speciale Getz 3 e 5 porte (da 7.990 euro) e Atos (da 6.990 euro) entrambe disponibili con finanziamento in 72 rate con prima rata a gennaio 2007, zero anticipo, 2 bolli auto e 2 anni di assicurazione furto incendio e 3 anni di garanzia totale. (ore 16:39)