Buenos Aires – Risveglio economico, nel settore automobilistico, in Argentina. Dopo l’anno nero (nel 2002 la produzione crollò a 159.403 vetture, rispetto alle 475.957 del 1998), il Paese lancia segnali concreti di ripresa. L’anno scorso la produzione si è assestata su 341.298 auto e, nei primi sette mesi del 2006, a 215.971. Un’ascesa che vede in primo piano il gruppo Psa Peugeot Citroën, leader dell’industria automobilistica in Argentina. Bene anche la Toyota e la Volkswagen. Ma la vera rivelazione potrebbe essere la Fiat: nel recente accordo con Tata Motors, infatti, vi è proprio un piano di espansione nel Paese sudamericano. L’investimento si aggira attorno ai 100 milioni di dollari per produrre Suv e pickup nello stabilimento di Cordoba, chiuso nel 2002. L’accordo sarà perfezionato entro settembre. (ore 11:35)