Roma – Gli automobilisti che lasciano le auto in doppia fila, con il motore acceso, per una breve sosta, non dovranno più temere la multa. Lo ha deciso la Corte di Cassazione. E’ stata confermata, infatti, la sentenza del tribunale di Terni ed è stato rigettato il ricorso del Comune umbro. Motivo del condentere una multa per violazione del divieto di sosta. (ore 11:04)