Torino, Un conto alla rovescia lungo ma che si accorcia. La nuova
Fiat 500 anticipa i tempi, prende in contropiede la nuova Renault Twingo. Una attesa bene orchestrata dai creativi del Lingotto per uno degli avvenimenti più importanti del mondo dell’auto. Il ritorno sull’asfalto della mitica 500, la «scatoletta» che aveva motorizzato l’Italia. Gli ultimi veli sulla Fiat 500 stanno per cadere e vi
sveleremo alcuni particolari inediti sulle ultime fasi di questo evento anticipato, come abbiamo riferito, dal 15 settembre al 4 luglio. Fu proprio il 4 luglio 1957 che debuttava la Nuova 500, lontana erede della Topolino, carrozzeria autoportante, motore posteriore bicilindrico di 479 cc, 13 cv, 85 orari, consumo di 4,5 litri, due
posti, bagagliaio della capacità di 70 kg, cristalli abbasabili. Costava 465.000 lire, 11 volte il salario di un operaio, ma era troppo spartana. Per quel lancio la Fiat spese una cifra pazzesca, 50 miliardi di lire. Era l’anno in cui il nostro Paese non perdeva una puntata di «Lascia o raddoppia?» il quiz di Mike Bongiorno o il
Carosello. Le autostrade sarebbero state realizzate a metà del decennio successivo.
Ancora meno di un mese per vederla con i propri occhi la nuova Fiat 500. Il 21 marzo, infatti, saranno lanciate le prime foto ufficiali. I prototipi camuffati della 500 hanno in pratica concluso il loro mandato, girando in Piemonte, sulle piste della Mandia, a Balocco e oltre il Circolo Polare Artico, a Kiruna, dove tanti anni addietro aveva effettuato dei test la prima Panda 4×4. Una 500 che nasce sul basamento dell’attuale Panda e che conserverà tutte le doti di questo modello ma aggiungendo un maggiore sex appeal, avrà perfino il tricolore italiano sotto lo specchietto retrovisore. Poi la presentazione alla stampa e la prova su strada il 4 luglio a Torino e quindi la commercializzazione (prezzo in una forbice compresa fra
9.000 e 10.000 euro, fra Panda e Punto), previsione di 58.000 unità quest’anno e 120.000 nel 2008. Nasce in Polonia sulla stessa piattaforma della Ford ka, figlia di un progetto in comune.
Inizialmente avrà un motore 1200 a benzina ed un 1300 diesel. Una 500 risparmiosa e rispettosa dell’ambiente. La capote pieghevole «soft-top» arriverà nel 2009. Ben 150.000 persone hanno disegnato la loro 500 attraverso il sito wwwfiat500.com. Poi sarà in passerella al Salone di Francoforte in settembre.
Somiglierà molto alla Trepiuno, avrà due porte ma sarà omologata per quattro posti veri, misurerà in lunghezza 3,5 metri – ha riferito Luca De Meo, amministratore delegato del marchio Fiat Group – avrà un bagagliaio di 200 litri dove sarà possibile
posizionare in piedi una Samsonite. Sarà un oggetto di moda ma con la sostanza di una grande auto dal momento che andrà a confrontarsi anche la Mini by Bmw e con la Toyota Yaris visto che sarà possibile personalizzarla alla grande, perfino con sedili in pelle. Chi non ha voluto comprare una Fiat stavolta lo farà». Per le mamme in dolce
attesa e che partoriranno il 15 settembre verrà sorteggiata una 500 con un allestimento speciale. Ultima annotazione, l’ambito e ricercatissimo mouse-500, dono riservato ai vip, ed inviato per le feste natalizie, sta facendo impazzire i collezionisti. Fiat ha deciso di metterlo in vendita subito dopo il Salone di Ginevra e con costerà poco questo gadget. (ore 17:51)