Torino – Il Consiglio di Amministrazione della Fiat, sotto la presidenza di Luca Cordero di Montezemolo, ha approvato il progetto di Bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2007. Chiude con un utile di 2.069 milioni di euro che ha beneficiato del ripristino di valore della controllata Fiat Partecipazioni. per 1.308 milioni di euro, conseguente alle buone performance realizzate e alle prospettive di Fiat Group Automobiles S.p.A., sua controllata. Nell’esercizio 2006 l’utile era stato di 2.343 milioni di euro con ripristini di valore per 2.099 milioni di euro, di cui 1.388 milioni di euro relativi a Fiat Group Automobiles S.p.A. Nell’esercizio 2007 sono stati inoltre percepiti dividendi per 823 milioni di euro (362 milioni di euro nel 2006) in parte compensati dalle componenti finanziarie e di gestione. Il Consiglio ha deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti un dividendo pari a euro 0,555 per le azioni di risparmio, euro 0,40 alle azioni privilegiate e euro 0,40 alle azioni ordinarie, per complessivi 522,6 milioni di euro, che potrà essere messo in pagamento a partire dal prossimo 24 aprile, con stacco cedola il 21 aprile.Il Consiglio ha inoltre deliberato di proporre all’Assemblea degli Azionisti il rinnovo dell’autorizzazione all’acquisto, per la durata di diciotto mesi ed anche attraverso società controllate, ed alla disponibilità di un numero massimo di azioni proprie, delle tre categorie(ordinarie, privilegiate e di risparmio) tale da non eccedere il 10% del capitale sociale ed il controvalore massimo di 1,8 miliardi di euro. La proposta considera l’acquisto di azioni proprie un valido investimento strategico nonché una delle migliori opportunità per apportare valore agli azionisti, garantendo comunque la necessaria copertura dei piani di stock option. Si prevede che gli acquisti debbano avvenire secondo le modalità consentite dalla normativa ed a prezzi direttamente correlati al prezzo di riferimento rilevato in Borsa il giorno precedente, più o meno il 10%. Alla data odierna Fiat detiene n. 32.906.458 azioni ordinarie pari al 2,58% del capitale sociale. L’Assemblea sarà inoltre chiamata a deliberare in ordine alla conferma di René Carron, cooptato nel corso del 2007, nella carica di amministratore. (ore 12:20)