Roma – Troppe penalizazioni nel decreto-legge che regola le modalità per l’accesso ai benefici che promuovono l’ammodarnamento del parco circolante. Questo il parere del presidente dell’Unrae, Salvatore Pistola. “Il Decreto – ha commentato Pistola Pistola – introduce anche penalizzazioni in materia di auto aziendali, nella misura che riduce la percentuale di ammortamento sul tetto di 18.000 euro per alcune categorie di utenti, proprio in concomitanza con la decisione della Corte europea, che ha decretato la deducibilità dell’Iva su tali automobili per il nostro Paese”.
Per quanto attiene la legge Finanziaria, il cui iter parlamentare è appena iniziato,
secondo Pistola, “risulta stravagante, in tema di tassazione automobilistica,
l’applicazione di un nuovo parametro, il peso complessivo, per colpire demagogicamente una categoria di veicoli, proprio quando l’Europa ha già fissato per il 2008, quale unico riferimento, il livello di emissioni espresso in CO2”. (ore 17:11)