Parigi – Ristrutturazione in vista per Airbus. A causa dei ritardi nella consegna dell’A380, di ormai quasi due anni sulla tabella di marcia, la società non solo rischia di essere soggetta a onerose penali ma sembrerebbe anche di non sollevarsi più. Airbus è nata come consorzio nel 1970 per contrapporsi a Boeing: la sfida dei governi di Parigi, Berlino e Londra al colosso statunitense. Nel 2000 è divenuta una controllata di Eads, società controllata a sua volta da DaimerChrysler per parte tedesca e da Sogeade per quella francese. Azionista anche British aerospace che però sembra abbia manifestato l’intenzione di vendere la quota. A causa di questi ritardi nelle consegne, Airbus potrebbe scegliere di abbandonare il progetto del superjumbo e puntare invece sull’A350 (aereo capace di trasportare fino a 250 passeggeri, rispetto ai 555 dell’A380). Una scelta strategica per fare concorrenza al nuovo jumbo della Boeing. (17:30)