Roma – Cimoli scrive alla commissione Trasporti della Camera. E rivela il disastro incombente su Alitalia. Non serviranno a nulla i piani di ristrutturazione, secondo l’ad della compagnia di bandiera, se non cambieranno le regole del sistema. La colpa, secondo Cimoli, sarebbe da imputare a Enav e Enac, agli aeroporti, ai sindacati e agli altri vettori che spesso, secondo il manager, farebbero concorrenza sleale. Il manager non sembra quindi aver intenzione di dimettersi. Ma ribadisce la necessità di esternalizzare alcuni rami dell’azienda. Il prossimo 10 ottobre, intanto, è previsto l’incontro tra Governo e sindacati a Palazzo Chigi. (ore 18:02)

NO COMMENTS

Leave a Reply