Renault-GM, lieson d’interesse fallita per interesse…

Renault-GM, lieson d’interesse fallita per interesse…

Detroit – Dopo mesi e mesi di trattative e studi di fattibilità, il matrimonio annunciato e mai consumato fra GM e Renault-Nissan è ufficialmente saltato.
Lo hanno annunciato le tre case automobilistiche in una nota congiunta, spiegando che la rottura è legata ad un disaccordo sui modi di suddividere equamente i guadagni dell’alleanza e ad una mancata intesa sulla proposta di GM di far pagare a Renault e Nissan una compensazione per concludere l’accordo in termini di acquisizione di azioni. Nel dettaglio pare che Rick Wagoner avesse chiesto al Gruppo francese-nipponico un adeguamento di circa 5 miliardi di dollari, dovuti al fatto che Ghosn acquistando il 20% del capitale del colosso di Detroit (agli attuali prezzi di Borsa, per giunta) sarebbe divenuto azionista di riferimento superando addirittura le quote possedute dal finanziere d’assalto Kirk Kerkorian.
Curioso che sentita la notizia Tracinda, la holding di Kerkorian, abbia criticato aspramente la rottura dei negoziati: “GM avrebbe potuto trarre vantaggio da significative sinergie e risparmi, il board non ha saputo fare una valutazione indipendente dall’impatto dell’alleanza”.
Per il gigante di Detroit la strada verso la ristrutturazione potrebbe ora passare con maggiore probabilità da “via” Ford, soluzione caldeggiata da Bob Lutz, vicepresidente di General Motors che l’ha definita “fenomenale”, peccato che l’Antitrust avrebbe da dire la sua in merito… (ore 19:30)

NO COMMENTS

Leave a Reply