Roma – Non si fa attendere la risposta del Sult alle dichiarazioni dell’ad di Alitalia, Giancarlo Cimoli. Il documento presentato dal manager alla Camera, secondo il sindacato, può essere motivo di profonda riflessione su come la compagnia di bandiera sia stata gestita fino ad ora. Ingiustificabile, secondo il Sult, l’attacco al sindacato da parte di Cimoli. Secondo il sindacato, infatti, dopo la condivisione di diversi accordi, a fare la differenza sarebbe stato proprio il rifiuto del Sult di accettare il nuovo piano industriale della compagnia. Rifiuto che avrebbe portato all’esclusione del Sult dal tavolo tra azienda e sindacati confederali. (ore 20:00)