Stop ai taxi con tassametro spento

Stop ai taxi con tassametro spento

Milano –La Corte di Cassazione, prima sezione civile, ha stabilito che i tassisti non potranno più viaggiare con il tassametro spento, praticando così tariffe forfettarie. La decisione segue la conferma di una multa per un tassista sorpreso all’aeroporto di Malpensa con il tassametro spento e passeggeri a bordo. Non vi è nessuna norma, sottolinea la Cassazione, che consenta prezzi liberi. Le tariffe sono determinate amministrativamente e i taxi, con le loro licenze, si distinguono dal noleggio con conducente. In caso di multa, il tassista dovrà pagare anche 300 euro di spese processuali.

NO COMMENTS

Leave a Reply