Roma – Il Sult critica duramente le linee di aggiornamento del Piano Cimoli, discusse durante il recente cda di Alitalia. Troppo distanti, secondo il sindacato autonomo, dalle posizioni dell’azienda discusse a Palazzo Chigi lo scorso 10 ottobre. Ma sulla possibile sostituione dell’attuale ad, Giancarlo Cimoli, il premier Prodi glissa. Smentendo anche le voci che vorrebbero a fianco di Cimoli un altro manager. Per quanto riguarda la fusione con Air France, invece, ci pensa il ministro Bianchi a chiarire il concetto: nessun passo avanti. Anche perché, secondo il ministro, non avrebbe senso una fusione dopo il risanamento della compagnia di bandiera. Risanamento perseguibile, a parere di Bianchi, nell’ambito di una riforma del settore del trasporto aereo. (ore 15:21)