Marsiglia – Prima o poi doveva accadere dato il prosperare delle compagnie low cost, ora gli scali minimalisti sono una realtà. Capostipite è il terminal di Marsiglia dove l’assistenza ed i servizi ai viaggiatori sono ridotti all’indispensabile.
Dal primo terminal a basso costo d’Europa partiranno i voli di Ryanair e EasyJet. Si tratta di un ex magazzino merci (con le pareti ridipinte in rosso vinaccia, sedie in plastica arancione, banchi del check-in verde acido e pavimento in cemento) dove i viaggiatori dovranno pesare da soli le valigie, portarle sul tapis roulant, mentre un addetto si limiterà a controllare la corrispondenza fra il bagaglio e l’identità del passeggero che lo ha registrato. Nessun braccio telescopico per raggiungere direttamente al chiuso il velivolo e aerei parcheggiati in parallelo al terminal, non perpendicolarmente per essere già pronti per la partenza senza avere bisogno di essere “trainati” dalle piccole e potenti motrici a ruote. Ovviamente anche i servizi di ristoro e “intrattenimento” sono ridotti ai minimi termini, ma il vantaggio è dietro l’angolo: tasse aeroportuali ridotte ad 1,32 euro a biglietto contro i quasi 7,00 dei normali aeroporti. (ore 10:28)