Crisi Usa, GM migliora. Daimler vende Chrysler?

Crisi Usa, GM migliora. Daimler vende Chrysler?

0 3

Detroit – I dati del terzo trimestre hanno evidenziato per il colosso tedesco/americano dell’auto, DaimlerChrysler, un calo dei ricavi di 3 miliardi di euro (da 38,2 a 35,2 mld) e utili netti in calo di 314 miliardi (da 855 a 541 mld di euro). La colpa dei risultati non proprio esaltanti ottenuti dal Gruppo automobilistico è imputabile all’1,16 miliardi di perdite operative riportate da Chrysler che, come annunciato dai vertici aziendali, sarà presto oggetto di profondi cambi strutturali.
“Cambi che – lo ha ammesso lo stesso numero uno di Daimler, Dieter Zetsch – potrebbero passare da uno scorporo con relativa cessione di Chrysler. In ogni caso – ha aggiunto Zetsch – siamo tutt’ora alla ricerca di un partner per le auto di piccole dimensioni, che potrebbe essere la cinese Chery”. I portavoce del Gruppo si sono, ovviamente, precipitati a gettare acqua sul fuoco delle dichiarazioni forse un po’ troppo franche del numero uno di Daimler, che in ogni caso, unite al miglioramento del dato operativo
Insomma, a ben guardare il settore dell’automotive americano è in difficoltà con i grandi dell’auto, GM, Ford e Chrysler, alla perenne ed affannosa ricerca del metodo più efficace per venire fuori da una crisi che dura ormai da troppo tempo.
Fra le tre grandi di Detroit quella che nonostante le debacle ripetute pare essere in fase di ripresa è General Motors, che nonostante le perdite ha registrato un profitto operativo di 529 milioni di dollari, mentre solo un fa il Gruppo era schiacciato da 1,1 miliardi di dollari di perdite e gli utili sono stati circa il doppio di quanto il mercato si attendeva. Certo non si può ancora dire che GM si sia lasciata la crisi alle spalle (le perdite sono pur sempre state di 115 milioni) ma appare evidente che la cura di Rick Wagoner inizia a dare i suoi frutti. (ore 10:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply