Roma – Valutato in 20 miliardi di euro il danno potenziale che la mancata fusione tra Autostrade e Abertis potrebbe causare agli azionisti di Aspi. I soci, Benetton in testa, potrebbero proporre al cda un’azione risarcitoria contro il Governo. La decisione sembra potrebbe essere presa per il cda convocato per il prossimo 5 dicembre. La situazione potrebbe acuirsi in vista del decreto legge collegato alla Finanziaria che riforma il sistyema delle concessioni. (ore 10:40)

NO COMMENTS

Leave a Reply