Bruxelles – L’affair Autostrade-Abertis tiene ancora banco nelle vicende politiche europee. Domani a Bruxelles ci sarà l’atteso incontro tra il ministro Antonio Di Pietro e il commissario europeo alla Concorrenza, Neelie Kroes. Sulla mancata fusione tra i gruppi italiano e spagnolo la Ue ha aperto una procedura contro l’Italia, orientandosi su una tendenza che sembrerebbe avvantaggiare gli imprenditori. Autostrade è un gruppo privato, controllato da Benetton. L’orientamento del ministro Di Pietro pare sia quello invece di tutelare maggiormente i cittadini per cui ha deciso di modificare la normativa sulle concessioni. Una decisione che ha suscitato diverse polemiche, soprattutto tra gli imprenditori. (ore 13:22)