Torino – Sergio Marchionne, ad del Lingotto, ha “bacchettato” il ministro Bianchi, ieri all’assemblea dell’Anfia che si è svolta a Torino. Il manager di Fiat ha sottolineato come la soppressione degli incentivi previsti dal Decreto Visco sul rinnovo del parco circolante sia stato un passo indietro. Secondo Marchionne, appoggiato dal presidente dell’Anfia, Eugenio Razelli, non si deve penalizzare un settore trainante per l’economia del Paese. Marchionne e Ranzelli hanno quindi chiesto un Piano nazionale dei trasporti che risollevi il settore e dia nuovi impulsi all’industria. Il ministro Bianchi si è detto favorevole a un Piano, ma, di mobilità, sperando di recuperare, in Senato, il provvedimento sugli incentivi previsti dal Decreto Visco. (ore 11:53)