Milano – Si è inaugurato oggi, a MilanoFiere, il 64mo Salone internazionale della moto. Per l’evento era presente anche il ministro allo Sviluppo economico, Pierluigi Bersani. Il ministro ha sottolineato come le moto possano avere un ruolo determinante per la riduzione dei consumi e delle emissioni nocive per l’ambiente. “Speriamo di avviare il piano governativo di efficienza energetica all’inizio del prossimo anno, e la mobilità avrà un peso determinante – ha commentato il ministro – l’ambiente e la sua salvaguardia saranno i nostri obiettivi: l’evoluzione dell’industria deve saper favorire ogni forma di mobilità che riduca consumi ed emissioni. La moto può dare un contributo prezioso in tal senso: ritengo che l’industria italiana, superata la sfida della globalizzazione, farà valere la propria creatività”. Il presidente di Confindustria Ancma, Guidalberto Guidi, è intervenuto sullo stesso tema, sottolineando come dal Governo ci si attenda una “Finanziaria equilibrata e non penalizzante per le aziende”, in nome della compatibilità ambientale. La salvaguardia dell’ambiente è stato quindi il leit-motiv dell’inaugurazione di Eicma Moto. “L’industria della moto si deve concentrare su modelli eco-compatibili – ha commentato Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia – stiamo lavorando proprio per incentivare l’uso dei mezzi a due ruote, attraverso il rispetto dell’ambiente, l’educazione stradale e la sicurezza”. E su quest’ultimo punto ha focalizzato l’attenzione anche Edoardo Croci, assessore alla Mobilità del Comune di Milano, secondoi cui le moto devono poter garantire ai guidatore nuovi standard di sicurezza. Il Salone sarà aperto fino al prossimo 19 novembre. (ore 14:40)