Roma – Dopo la decisione presa dall’Agip, le altre compagnie petrolifere si sono adeguate ed hanno aumentati il prezzo dei carburanti. La verde è arrivata a un massimo di 1,243 euro al litro, il gasolio fino a 1,119 euro. Una situazione sempre più difficile che ha fatto insorgere le associazioni di consumatori che hanno denunciato il fatto al Garante e alla Procura della Repubblica. Dura anche la reazione del ministro Bersani. Adesso un pieno per un’auto di media cilindrata costa attorno ai 62 euro e 15 centesimi. (ore 18:05)