Roma – Il Governo ha annunciato che entro il fine settimana pasquale emanerà un decreto per il taglio immediato delle accise sui carburanti, il che equivarrà ad un risparmio di 2 centesimi per il prezzo della benzina e del gasolio.
Il provvedimento, però, secondo Fedrconsumatori risulta insufficiente a causa dei continui rincari dei carburanti.L’associazione ha sottolineato che in assenza di interventi più strutturali e con il petrolio a 110 dollari al barile, l’aumento complessivo della spesa per le famiglie (benzina, riscaldamento ed energia) potrà raggiungere rincari complessivi di circa 600 euro.
Più in dettaglio, con la benzina ed il gasolio rispettivamente ad 1,41 euro ed 1,38 euro al litro, la spesa per i carburanti ammonterà, rispetto al 2007, a 240 euro in più l’anno; gli aumenti per il riscaldamento ammonteranno a 150 euro l’anno; l’aumento previsto per il gas e l’energia elettrica sarà di 210 euro annui.
Per l’associazione occorre razionalizzare la rete di distribuzione, liberalizzandola e favorendo la vendita nella grande distribuzione. (ore 10:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply