Roma – I conti di Alitalia sono in questi giorni oggetto di verifiche per la definizione del bilancio 2006 e da stime ufficiose pare che le casse del vettore possano essere più vuote del previsto. Pare, infatti, che le perdite di gestione nel 2006 siano state di almeno 450 milioni (Cimoli è andato via dichiarandone 380) e a questo importo va aggiunta la svalutazione della flotta che dovrebbe aggirarsi a non meno di 400 milioni.
Intanto, in attesa di prendere qualunque decisione economica Alitalia deve prendere atto dell’aumento dell’indebitamento netto che al 31 gennaio scorso ha segnato un incremento di 75 milioni di euro (+7,3%) rispetto al 31 dicembre 2006 (1.026 milioni).
La posizione finanziaria netta dell’Alitalia al 31 gennaio è risultata pari a 1.101 milioni di euro. (ore 9:00)