Torino – L’amministratore delegato di Fiat Auto, Sergio Marchionne, parlando ai giornalisti a margine del Salone di Ginevra, ha commentato le recenti indiscrezioni circa un eventuale raddoppio di produzione dell’impianto polacco di Tychy, affermando: “Lo stabilimento di Termini Imerese deve arrivare a produrre 230 mila auto dalle attuali 80 mila”, appare evidente l’intenzione del manager di puntare sulla forza lavoro italiana. Per quanto riguarda il bond, infine, l’ad di Fiat ha riferito la sua sospensione e non il fermo. (ore 10:20)