7 mln di italiani partiranno a Pasqua

7 mln di italiani partiranno a Pasqua


Roma – Caro vita alle stelle, ma nemmeno questo riesce a fermare i nostri connazionali affamati di vacanze. Saranno quasi 7 milioni gli italiani maggiorenni che durante il ponte della Pasqua andranno in vacanza rimanendo almeno una notte fuori casa.
Secondo la ricerca di Federalberghi, tra tutti costoro, l’85% restera’ in Italia (come nel 2007), pari a circa 6 milioni di persone, mentre il 14% andrà all’estero (come nel 2007), pari circa ad 1 milione di persone
Come sempre per gli spostamenti sul territorio il mare resta la meta prediletta, anche se a dire il
vero il clima in questo periodo non è certo dei più incoraggianti, 36% delle preferenze, rispetto al 43% del 2007, seguita dalla montagna al 26% (rispetto al 24% del 2007), il l 5% andrà in località lacuali ed un 2% in località termali e del benessere.
Bene, sempre secondo le proiezioni di Federalberghi, anche le prenotazioni nelle città d’arte d’arte maggiori e minori che toccano il 15% (rispetto al 14% del 2007).
Fra chi ha scelto l’estero, la meta preferita restano le capitali europee con il 49% dei consensi, seguite dalle località di mare con il 29%, preferendo soprattutto le aree del dollaro, valuta che continua ad attirare flussi di turisti a causa del suo deprezzamento.
Per tutti i “partenti” è boom di prenotazioni on-line: il 24,2% lo ha usato per Pasqua, con una punta minima del 20,7% per le vacanze in Italia ed un picco del 39,5% per le vacanze all’estero.
Pur mantenendo l’albergo la testa della classifica con il 36% delle preferenze (rispetto al 35% del 2007), si evidenzia il risultato della casa di proprietà (col 24% rispetto al 20,4% del 2007), mentre perde la casa di parenti o amici con il 15% (rispetto al 23% del 2007). Un incremento infine, si registrerà per gli appartamenti in affitto (6% rispetto al 3% del 2007), mentre gli agriturismo con il 5,7% rispetto al 6,2% del 2007 ed i campeggi con il 3,3% rispetto al 4% del 2007 sono in calo. (ore 15:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply