Bruxelles – Il protocollo d’intesa “Cieli aperti” voluto dagli Stati Uniti, è stato approvato ieri ad unanimità dai ministri dei trasporti Ue.
Il commissario Jaques Barrot ha espresso soddisfazione sottolineando pure che “questa unità” porterà la Comunità ad interagire con gli Usa partendo da una posizione molto più forte. Inoltre, il ministro si è detto fiducioso che “il processo avviato oggi continuerà nella direzione di una più stretta cooperazione e una industria aeronautica in generale più sana”.
In merito alla propria adesione, il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi ha negato che l’Italia abbia avuto una posizione critica in merito: “In una riunione ristretta avevo detto – ha dichiarato Bianchi – che un elemento nuovo non è indifferente nel momento in cui in Parlamento c’è un ddl per la riforma del trasporto aereo in Italia. Il rinvio ottenuto, su richiesta della Gran Bretagna, a marzo 2008 per l’entrata in vigore è perfetto per l’Italia”. (ore 11:30)