Roma – Non è più sufficiente per i gestori delle autorimesse l’esposizione del cartello “Non si risponde in caso di furto o danni al veicolo” per essere esonerati dalla responsabilità circa il furto o i danni subiti da un loro cliente, a meno che questo non sia stato espressamente sottoscritto al momento della stipula del contratto di deposito di custodia. A ribadirlo è la Corte di Cassazione con la sentenza 5837 del 13 Marzo 2007.
(Ore 10:05)