Patente a punti, esperimento fallito

Patente a punti, esperimento fallito

Roma – A cinque anni dall’introduzione della patente a punti il sistema dimostra di avere perso qualunque validità.
Un esempio su tutti è l’utilizzo sella cintura di sicurezza, che non è rispettato da un italiano su tre. Secondo il monitoraggio Ulisse condotto dal ministero dei Trasporti, ad allacciarsi la cintura è solo il 64% della popolazione contro l’83% dei primi mesi di sperimentazione della patente a punti. Il tutto con conseguenze non solo sulla salute degli automobilisti, ma anche sulle casse del sistema sanitario nazionale.
Il Paese marcia ancora a tre velocita’: proporzioni d’uso abbastanza soddisfacenti ma da aumentare
Secondo il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, “il dato più grave e preoccupante é che la percentuale di utilizzo é in calo. Il 64% di media nazionale registrato nel 2007 è, infatti, in flessione rispetto al 71,6% del 2006 e al 72,5% del 2005. La diminuzione è ancora più evidente nel confronto con gli anni precedenti, considerando soprattutto che nei mesi successivi all’introduzione della patente a punti l’uso della cintura era diffuso all’83,5% degli italiani>>.
Le cose non vanno molto meglio per quanto riguarda il casco, anche se i dati disponibili sono ancora parziali. (ore 11:20)

NO COMMENTS

Leave a Reply