Milano – Ieri si è tenuto a Roma, come previsto, l’ultimo atto della prima fase di mediazione prevista dai patti parasociali siglati da Leonardo (controllata da Gemina), rappresentata dal presidente Paolo Nicoletti e gli australiani di Macquarie. L’incontro si è risolto con un nulla di fatto in quanto, le parti hanno chiarito le rispettive visioni strategiche senza che sia stato possibile raggiungere un accordo definitivo. A questo punto i patti parasociali tra Gemina e gli australiani prevedono che si apra una fase di ulteriore trattativa attraverso la scelta di un mediatore. Macquarie avrà tempo dino al 14 Maggio per richiederne la nomina. Nel caso in cui le parti non trovino nel giro di cinque giorni un accordo sul nome, potranno demandarne la scelta alla Camera di commercio internazionale. Dopodiché ci saranno a disposizione 25 giorni per trovare un accordo per scongiurare l’avvio dell’asta, cioè delle offerte e rilanci sulle rispettive quote in AdR. (Ore 09:10)