Michigan –  E’ sta ufficializzata oggi la vendita da parte di Ford di Jaguar, Land Rover e Mitsubishi alla Tata Motors.
La vendita, soggetta alle usuali condizioni contrattuali e di approvazione delle autorità,  dovrebbe concludersi al termine del secondo trimestre.
Al perfezionamento dell’accordo la Tata Motors verserà circa 2,3 miliardi di dollari per l’acquisizione di Jaguar e Land  Rover, e la Ford contribuirà  agli schemi pensionistici delle due Società con una cifra che si aggira sui 600 milioni di dollari. Come parte dell’accordo la Ford  continuerà a fornire a Jaguar e Land Rover, per periodi differenti, motori, componenti stampati ed altri, oltre a numerose tecnologie, quali quelle relative ai pianali ed alla salvaguardia dell’ambiente. La Ford si è inoltre impegnata a fornire un supporto ingegneristico – che comprende la ricerca e lo sviluppo –  informatico, di contabilità ed altri servizi.
In aggiunta la Ford Motor Credit Company finanzierà Concessionari e Clienti Jaguar e Land Rover per tutto il periodo di transizione.
“La Jaguar e la Land Rover sono due Marchi straordinari – ha dichiarato Alan Mulally, presidente e Ceo della Ford Motor Company – e noi confidiamo che i piani di sviluppo, i prodotti e le risorse umane di cui dispongono, consentiranno loro di proseguire a prosperare sotto l’amministrazione Tata. Per la Ford è giunto il momento di  concentrarsi sull’integrazione globale del Marchio, mettendo in atto il piano di realizzazione di una Ford Motor Company forte ed in grado di assicurare una crescita remunerativa per tutti”.
“Si tratta di un buon accordo, che garantisce al management ed a tutto il personale di Jaguar e Land Rover la sicurezza necessaria a mantenere alta la concentrazione sul raggiungimento dei migliori risultati aziendali – ha affermato Lewis Booth, vice presidente esecutivo della Ford Motor Company e responsabile per la Ford of Europe, per Volvo, Jaguar e Land Rover – Sono certo che con la nuova proprietà Jaguar e Land Rover continueranno a crescere capitalizzando i grandi successi di prodotto ed i significativi  progressi conseguiti negli ultimi anni.”
I contraenti ritengono che tali accordi sosterranno gli attuali piani produttivi di Jaguar e Land Rover, lasciando al tempo stesso le due aziende libere di sviluppare nel tempo  quelle loro esclusive capacità che soddisfano i requisiti del loro status di costruttori di prestigio.
I contraenti non prevedono variazioni significative alle condizioni contrattuali dei dipendenti di Jaguar e Land Rover al completamento dell’accordo.

NO COMMENTS

Leave a Reply