Roma – Il ministro dell’Economia, Tommaso Padoa-Schioppa, in un’audizione alla Camera ha affermato che l’obiettivo del Governo è quello di vendere Alitalia “entro luglio”; così facendo, faremmo “in tempi più rapidi rispetto alle procedure seguite per la vendita del monopolio dei tabacchi. E l’identità nazionale penso sia più forte per la compagnia aerea che per alcune sigarette che il nostro ex monopolio produce, e certamente più benefiche per la salute”. Il ministro ha anche detto che “è in cantiere una seconda lettera di procedura” per la vendita di Alitalia e ha ricordato che “le condizioni sono state fin dall’inizio enunciate in modo da lasciare libertà di fissare ulteriori condizioni per la vendita, purchè ci sia continuità e coerenza con le condizioni fissate”. Alitalia – ha insistito – è ora un’azienda “modesta”, di “dimensioni più modeste di quanto sia l’Italia rispetto ad altri paesi”. Anche dopo essere stata privatizzata, Alitalia resterà “la nostra compagnia di bandiera” anche se “non c’è nessun interesse nazionale a che Alitalia resti di proprietà pubblica”. Il Ministro dell’Economia ha anche assicurato l'”assoluta neutralità” nei confronti dei tre soggetti in corsa. “Guardiamo con attenzione alle risorse che verranno investite nell’impresa, chi acquista è molto importante che sia disposto a mettere soldi nella compagnia, sul futuro delle rotte aeree, dell’occupazione”. Insomma, ha sintetizzato il Ministro, “il prezzo non prenda il sopravvento” su altri importanti requisiti, quali appunto la volontà di investire. (Ore 14:45)

NO COMMENTS

Leave a Reply