Roma – Il Consiglio d’amministrazione di Alitalia ha approvato ieri il bilancio relativo al 2006 e si è visto costretto, contestualmente, a svalutare la flotta dell’aviolinea il cui valore l’anno passato è sceso di 197 milioni facendo segnare perdite per 626 milioni si di euro.
Si è determinato, quindi, in base all’articolo 2446 del Codice civile, l’obbligo di ricapitalizzare se entro l’anno la perdita non dovesse ridursi a meno del terzo del capitale.
Per tale motivo è stata convocata per il 26 Giugno l’assemblea straordinaria degli azionisti che dovranno decidere gli opportuni provvedimenti, che non potranno prescindere da una ricapitalizzazione.
Intanto dal bilancio è emerso che le perdite sono in peggioramento di circa 458 milioni rispetto al 2005. Il rosso sommato a quello emerso dal primo trimestre del 2007 (147 milioni di euro) è al momento complessivamente di 773 milioni. Il livello di liquidità si è ridotto di 405 milioni in un anno ma è ora sufficiente per i prossimi 12 mesi. Le notizie uscite dal Cda hanno comportato un forte ribasso in Borsa per i titoli. (ore12:00)