Roma – I benzinai hanno confermato la serrata indetta dal 6 all’8 Giugno e che riguarderà sia la viabilità ordinaria che su quella autostradale.
La motivazione data dai gestori è che negli incontri che si sono svolti con il governo, a partire dal testo a quella data licenziato dalla Commissione attività produttive della Camera, “non sono intervenute modifiche – hanno spiegato in una nota congiunta le organizzazioni di categoria Faib/Aisa Confesercenti, Fenica Cisl, Figisc/Anisa Confcommercio – tali da far sospendere o revocare l’agitazione programmata. E’ da rilevare invece l’atteggiamento non condivisibile del governo che, dopo averlo avviato, ha abbandonato il disegno di legge ad ulteriori peggioramenti, frutto di una cultura negativa contro la categoria, come le stesse norme peggiorative introdotte dalla Commissione in materia di orari ben testimoniano. I contenuti del disegno di legge, che la Camera si appresta a votare proprio in questi giorni – insistono le associazioni di categoria – destabilizzano il settore, condannando all’emarginazione una intera categoria di lavoratori e contribuendo a radicalizzare le criticità dei rapporti tra gestori ed aziende, come ben testimoniano le politiche di discesa diretta sul mercato e di disattesa degli accordi economici e contrattuali con i gestori messe in atto in questo periodo dalle Compagnie”. (ore 10:20)