Torino – Fiat ha annunciato l’intenzione di emettere un Eurobond con scadenza a dieci anni. L’emissione sarà effettuata da Fiat Finance North America, Inc., società interamente controllata da Fiat Spa. L’azienda prevede di richiedere la quotazione di tale emissione, nonché l’ammissione alle contrattazioni, presso il mercato regolamentato irlandese (Irish Stock Exc hange). Il prestito obbligazionario sarà offerto solamente al di fuori degli Stati Uniti ad investitori che non siano definiti “US persons” secondo il Regulation S. Le obbligazioni non potranno essere offerte o vendute negli Stati Uniti senza opportuna registrazione o specifica esenzione dagli obblighi di registrazione. Gli introiti derivanti dall’emissione saranno utilizzati per i fabbisogni ordinari, incluso il rifinanziamento del debito esistente del Gruppo Fiat. Le obbligazioni, inoltre, non dovranno essere vendute in qualsiasi Stato o giurisdizione in cui tale offerta, sollecitazione all’investimento o vendita sarebbe considerata illegale. Nessuna azione è stata né sarà intrapresa al fine di permettere un’offerta pubblica delle obbligazioni in qualsiasi giurisdizione, inclusa l’Italia. Nessuna autorizzazione è stata richiesta alla Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB) e alla Banca d’Italia, come previsto dalla normativa applicabile in materia di strumenti finanziari. Di conseguenza, le bbligazioni non sono state, né saranno offerte, vendute o collocate in Italia nell’ambito di una sollecitazione all’investimento. Le obbligazioni saranno offerte, vendute o collocate in Italia nel rispetto della legge e dei regolamenti applicabili. (ore 09:05)