Roma – L’Associazione nazionale che raggruppa le compagnie assicuratrici, l’Ania, ha stimato che lo scorso anno in Italia la frequenza dei sinistri è diminuita del 1, 48%, tuttavia il costo medio dei risarcimenti pagato dalle assicurazioni è aumentato.
Il motivo è soprattutto che gli incidenti con danni alle persone si sono fatti più frequenti e quindi anche più costosi da indennizzare.
Per Adusbef e Federconsumatori, associazioni a difesa dei consumatori, invece, l’Ania trascurerebbe qualsiasi elemento oggettivo per contrastare la continua lievitazione delle tariffe che sono “tra le più elevate d’Europa e che sono aumentate del 135% negli ultimi dieci anni”. Secondo le due associazioni “siamo di fronte a due fenomeni molto positivi: meno incidenti e l’indennizzo diretto”. (ore 14:10)