Roma – I fondi disponibili a titolo di incentivo per passare all’alimentazione a GPL o a metano (52 milioni di euro ogni anno per 3 anni – 2007, 2008 e 2009) relativi al 2007 si sono esauriti in poco più di cinque mesi.
E’ scattata ieri, infatti, la sospensione automatica delle prenotazioni sul sistema informatico del Consorzio Ecogas, prevista al raggiungimento dell’avvenuto utilizzo del 100% del fondo disponibile per il 2007. E’ quindi già attiva la lista d’attesa – che verrà chiusa il 31 luglio 2007 – che raccoglie in ordine cronologico le richieste che saranno soddisfatte solo in presenza di fondi residui. Gli incentivi MSE – che a meno di un rifinanziamento potranno ripartire solo nel gennaio 2008 – sono ottenibili da persone fisiche e giuridiche che trasformano a GPL o a metano il proprio veicolo entro i tre anni successivi alla data di immatricolazione (650 euro di contributo). Rientrano in questa categoria anche gli autoveicoli che vengono acquistati nuovi dal concessionario già equipaggiati a GPL o a metano. Da gennaio 2007 è stato inoltre introdotto un contributo per chi trasforma a GPL o a metano il proprio veicolo Euro 0 o Euro 1 (350 euro di incentivo). Inoltre i proprietari di tutti i veicoli alimentati a gas, quindi di qualsiasi categoria Euro, vengono esentati dall’aumento del bollo auto. Le richieste hanno superato le aspettative: in oltre 80.000 hanno fatto domanda per ottenere le agevolazioni, di cui ben il 35% si è rivolto ai concessionari. (ore 16:30)