Roma – In un intervento decisamente appassionato il presidente dell’Antitrust, Antonio Catricalà, ha criticato duramente la sin troppa stretta relazione che intercorre fra Banche e Assicurazioni ed ha annunciato che: “Emerge una fitta rete di intrecci azionari, partecipazioni e rapporti di finanziamento tra imprese bancarie e tra queste e le imprese assicurative: un equilibrio di mercato che può evidenziare conflitti di ruolo e in alcuni casi rappresentare una grave patologia. La convergenza di interessi tra imprese concorrenti ostacola la competizione. Per queste ragioni, l’Antitrust sta per avviare un’indagine diretta a mettere in evidenza i rapporti tra libertà di mercato e corporate governance nel settore finanziario”
In merito, Catricalà punta il dito sull’Rca Auto facendo rilevare che: “I profitti delle compagnie crescono e non scendono i premi a carico degli assicurati. Nessun vantaggio si registra a favore degli assicurati, costretti ad attendere tempi ancora eccessivi per i risarcimenti e a subire clausole negoziali onerose. Per questo – ha concluso – l’Antitrust proseguirà nella sua azione per ottenere aperture in questo mercato già protetto dall’obbligatorietà dei contratti. (ore 12:00)