10 mila bagagli smarriti a Fiumicino

10 mila bagagli smarriti a Fiumicino

Roma – Sono oltre 10 mila i bagagli smarriti nell’ultimo weekend all’aeroporto romano Leonardo da Vinci (Fiumicino) e che verranno consegnati almeno in ritardo.
Telefono Blu Consumatori ovviamente protesta ma fa di più, mette a disposizione il suo centralino unico nazionale 199.44.33.78 per tutto il periodo estivo per segnalare tutti casi e soprattutto per chiedere il risarcimento del danno. Telefono Blu Sos Turismo ricorda che dopo la terza ora di ritardo del vettore occorre fare appena possibile richiesta di risarcimento del danno e non sottoscrivere rimborsi della carta del viaggiatore degli aeroporti; dopo 48 ore di mancata riconsegna del bagaglio al recapito o impossibilità di ritiro, preparare la raccomandata per il risarcimento del danno. Infine, per gli overbooking, le mancate partenze, richiedere fino al doppio del costo della vacanza o del volo aereo se non si viene destinati ad un altro volo entro 10 ore con l’obbligo di assistenza.
Intanto il ministro dei Trasporti, Alessandro Bianchi, si è detto indignato dalle accuse di sabotaggio all’aeroporto di Roma-Fiumicino, lanciate da Vito Riggio, presidente dell’Enac, Ente nazionale per l’aviazione civile, che ha dichiarato: “Non posso escludere che tra il personale addetto all’imbarco-sbarco dei bagagli a Fiumicino ci sia qualche mela marcia che deve essere isolata, soprattutto nel rispetto della maggior parte dei lavoratori dello scalo, spesso stagionali e spremuti da carichi di lavoro il più delle volte eccessivi”.
Bianchi ha reagito convocando in via immediata i vertici dell’Enac e di Aeroporti di Roma e replicando a Riggio: “Se fosse vero, sarebbe un fatto gravissimo. A Roma c’è un problema di investimenti sempre rimandati nel sistema di handling, che occorre risolvere per affrontare le questioni più urgenti sul tappeto”. (ore 10:10)

NO COMMENTS

Leave a Reply