Torino – Fiat ha rivelato maggiori dettagli circa il memorandum d’intesa siglato con la Chery Automobiles per la creazione di una joint venture (JV) paritetica costituita.
La JV avrà sede a Wuhu, nella provincia di Anhui esi occuperà di produrre e vendere vetture Alfa Romeo e Fiat di Fiat Group Automobiles e vetture Chery.
La produzione, che inizierà a partire dal 2009, stimata è di 175.000 vetture l’anno e le parti prevedono di iniziare immediatamente le procedure relative alla definizione del contratto di joint venture e all’ottenimento delle relative autorizzazioni. Sergio Marchionne, amministratore delegato del Gruppo Fiat e di Fiat Group Automobiles, ha dichiarato: “L’introduzione dell’Alfa Romeo in Cina rappresenta un momento storico, con il lancio di uno dei marchi più conosciuti ed apprezzati dell’industria dell’auto europea sul mercato automobilistico che ha il tasso di crescita più alto al mondo in questi anni. L’ingresso nel mercato cinese in questa fase è una tappa fondamentale del nostro programma di rinnovamento ed espansione delle attività Alfa Romeo a livello mondiale. Anche il marchio Fiat potrà beneficiare in modo importante della collaborazione con Chery”.
Yin Tongyao, presidente e amministratore delegato della Chery Automobiles, ha invece affermato che “la firma del Memorandum d’Intesa da’ a Chery e a Fiat Group Automobiles l’opportunità di offrire la leggendaria Alfa Romeo ai clienti in Cina. Allo stesso tempo le vetture Fiat e Alfa Romeo arricchiranno la nostra attuale gamma di automobili e miglioreranno la capacità competitiva di Chery nel mondo”. (ore 13:15)