Madrid – Di recente storia, è alla quinta edizione, e meno conosciuto e importante di quello di Barcellona, il Salone internazionale dell’auto di Madrid ha aperto oggi pomeriggio le porte con l’inaugurazione ufficiale, presente il re di Spagna Juan Carlos, e rimarrà aperto fino al 30 maggio. Su una superficie di 120 mila metri quadrati, in stand ben disposti e organizzati, la rassegna madrilena annovera tra gli espositori 49 marche automobilistiche (manca solo Mg Rover) che presentano le loro gamme al completo. Ma le novità, almeno per gli addetti ai lavori, si contano sulle dita di una sola mano. Ma in verità la novità prodotto in assoluto è una sola, la Renault Modus di cui riferiamo in un altro articolo; altre due, la Seat Toledo e la Saab 9-3 Sport Hatch sono in configurazione prototipo; altre, come la Opel Astra Station Wagon, la Mini Cooper S Cabrio, la Kia Cerato 2 volumi, sono varianti di carrozzeria di modelli già presentati, o altre come la Lacetti Sport 1.6 16v sono aggiunte di motorizzazioni alla gamma, ed in fine altre come la Toyota Corolla sono restyling del modello sul mercato.
Il Gruppo Fiat, che punta al mercato spagnolo come una delle aree su cui costruire la dimensione europea di Fiat, Lancia e Alfa Romeo, si è presentato con uno schieramento di forze non solo per mostrare i muscoli d’una ritrovata voglia di fare auto,ma anche per approcciare la clientela spagnola con prodotti per tutti i gusti. Alfa Romeo 156 Crosswagon, Lancia Musa, Fiat Panda 4×4 e nuova Multipla sono le messaggere del Gruppo insieme con Ferrari e Maserati che come novità per la Spagna espongono tra l’altro, rispettivamente, la Scaglietti e la Quattroporte.

Nelle foto: Opel Astra station wagon, Kia Cerato 2 volumi, Seat Toledo, Saab 9-3 Sport Hatch.

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.