Milano – Si è aperta ieri a Milano (con le due giorante, oggi compreso, dedicate alla stampa) la 66.ma edizione dell’Eicma, rassegna dedicata al ciclo e motociclo (accessori compresi) organizzata annualmente dall’Ancma (Associazione nazionale ciclo motociclo accessori).
Più ampi quest’anno gli spazi dedicati agli espositori (più 3,82% i metri quadrati venduti rispetto al 2007), superficie espositiva lorda complessiva di 280 mila mq, dei quali circa la metà outdoor dedicati a “Motolive”, 1002 espositori, provenienti da 33 Paesi.
L’obiettivo più che evidente è ergersi come reale competitor dell’Intermot tedesca che ha, però, cadenza biennale.
Dei grandi produttori di veicoli, componenti, accessori non manca quasi nessuno, e buona parte della componentistica espone a Milano in esclusiva.
Tanti gli eventi collaterali previsti, a cominciare da Motolive, 80mila mq di area esterna dedicati alle gare, allo spettacolo, all’educazione, nei 4 giorni di apertura al pubblico, da giovedì 6 a domenica 9 novembre. Evento nell’evento a MotoLive è il Campionato Europeo Supercross. Ma ci sono anche la tappa del Campionato Internazionale Enduro, la Gara Internazionale di Motard e Trofei Monomarca di Enduro e Motard, l’esibizione dei migliori stuntmen del mondo, le esibizioni di trial acrobatico con i piloti dello Show Action Group. Confermato, dopo il successo dell’anno scorso, il Motolive Paddock, 15mila mq in cui il pubblico avrà la possibilità di accedere liberamente e potrà avvicinare i meccanici e i piloti che animano i più importanti campionati mondiali di ogni disciplina, e vedere le squadre ufficiali al lavoro. Novità assoluta di Motolive 2008 è un’esibizione di velocità. Il tracciato (700 metri di lunghezza) all’interno del quale i piloti professionisti si esibiscono abbraccia il circuito off-road. Anche quest’anno Eicma e MotoLive promuovono un’iniziativa a favore di Abio, l’Associazione per il Bambino in Ospedale. Per raccogliere fondi, i visitatori possono acquistare centinaia di prodotti e pezzi da collezione donati dai protagonisti del mondo delle due ruote. Il Salone della Bici vede circa 300 espositori, con 80 marchi stranieri in rappresentanza di 19 paesi. Per ogni target e in tutti i comparti sono presenti marchi prestigiosi nella corsa, nella mountain bike, nelle bici a pedalata assistita, nelle bici per uso quotidiano .Un capitolo a parte meritano le bici per gli utenti più avanzati (ad esempio, Cinelli rilancia la bici a pignone fisso, Abici debutta a Milano con la sua produzione in vendita esclusivamente nei negozi di moda di molti Paesi). Fra le novità che sino al 9 Novembre si possono ammirare all’Eicma di Milano c’è una originale bicicletta Made in Sicily, nata con la velleità di cambiare la filosofia di chi ama andare sulle due ruote. A realizzarla è stata la ditta Montante di Serradifalco (Caltanissetta). Fiore all’occhiello della sua produzione è la “Fashion Milano”, seguito dalla “Florence”, in due versioni, sia la Standard che la De luxe, con portaborse cuciti a mano, sella artigianale, e ancora la “New Kalos”, con pompa cromata rivestita in pelle, per chiudere con ‘Giro d’Italia 2008’ e “Sicily”, modello Sellerio, le biciclette standard.
Le biciclette, che possono arrivare a costare anche 3.500 euro, come nel caso della “Fashion Milano”, sono già state vendute in molti stati: dal Giappone al Canada, dagli Stati Uniti e all’Inghilterra fino al Belgio.
La Fashion Milano è impreziosita da linee raffinate, dettagli gioiello e morbide pelli, rievoca una memoria retrò esprimendo una raffinata seduzione, leit motiv della collezione Montante. Un vero e proprio inno alla grazia e alla bellezza femminile in una collezione realizzata con sapiente tradizione e ricercato gusto.
Eicma è l’unico Salone al mondo con un velodromo dentro (lungo 160 metri, tribune per circa 3000 spettatori, padiglione 7), sul quale torna la mitica “6 giorni di Milano” con un cast che comprende tra gli altri Paolo Bettini, che al Salone dà l’addio al ciclicmo, Pozzato, Ongarato, Marzoli, Popovich.
Nei primi tre giorni della manifestazione ha luogo la “Sprinter Cup”, con personaggi del calibro di Chris Hoy, 3 volte campione alle Olimpiadi di Pechino, Arnaud Tournant, Teun Mulder, campione del mondo del KM da fermo e Roberto Chiappa, il miglior pistard italiano degli ultimi venti anni. (ore 12:30)