Milano – Viviane Reding, commissario europeo per la società dell’informazione e i media e fondatrice dell’iniziativa “i2010 Intelligent Car”, ha consegnato a Bernd Bohr, chairman Automotive del Gruppo Bosch, il premio “eSafety Award 2008” nella categoria ‘Industria e Tecnologia’ per l’efficacia delle sue campagne a favore del programma di stabilità elettronico ESP.
Le campagne a favore dell’ESP sono state ideate per spiegare con chiarezza ai guidatori come funziona l’ESP e quali vantaggi questo sistema comporta. Gli studi hanno evidenziato che i concessionari sono la fonte primaria di informazioni per il pubblico. Proprio per questo, proposito ha creato un programma di formazione dedicato agli addetti alla vendita, denominato “ESPerience”, implementato su scala mondiale, in collaborazione con le varie case automobilistiche. Ad oggi sono oltre 93 mila le persone che in tutto il mondo sono state formate e informate su questa tecnologia. Bosch ha anche predisposto otto simulatori di guida (quattro dei quali in Europa), che riproducono le condizioni di guida con e senza il sistema. L’enorme sforzo compiuto ha permesso di raggiungere un importante traguardo: l’installazione del sistema ESP sui veicoli di nuova immatricolazione è salito dal 29% del 2003 al 50% nel 2007. Sono soprattutto le cosiddette city-car e, purtroppo, ancora molti modelli dei segmenti B e C, a non esserne dotati. (ore 14:42)

NO COMMENTS

Leave a Reply