Roma – Tanta paura ma nessuna conseguenza per i 166 passeggeri del volo Ryanair proveniente da Francoforte e diretto a Ciampino.
L’Ansv (Agenzia nazionale per la sicurezza del volo) ha inviato un proprio team investigativo all’aeroporto di Ciampino per avviare  l’inchiesta tecnica di sua competenza per accertare le cause di quanto accaduto.
Anche l’Enac (Ente nazionale aviazione civile) ha inviato i propri ispettori all’aeroporto di Ciampino, ed ha immediatamente avvertito la Agenzia della Sicurezza del Volo. L’ Enac, inoltre, si è anche messo in contatto con l’Autorità irlandese per l’Aviazione Civile responsabile della certificazione e della sorveglianza degli aeromobili Ryanair. L’ente per l’aviazione civile conferma che l’aeroporto di Roma Ciampino resterà chiuso fino alla rimozione dell’aeromobile dalla pista. Inoltre, le compagnie aeree operative sull’ aeroporto stanno programmando la riprotezione dei passeggeri.
Alcuni testimoni hanno dichiarato di avere fiamme fuoriuscire da un motore in fase di atterraggio.
<<Ho visto delle fiamme ad un motore mentre eravamo in fase di atterraggio. Ci hanno poi riferito che degli uccelli hanno probabilmente mandato in avaria un motore, appena scesi infatti abbiamo visto il sangue sulle ali – ha detto all’aeroporto di Ciampino Guglielmo Albertini, un ragazzo romano, che era a bordo del volo Ryanair – A bordo c’é stato del panico, alcune donne hanno urlato ed una si è sentita male per lo spavento. Io ho sbattuto la testa ma non ho avuto conseguenze – ha aggiunto il ragazzo – Quando siamo atterrati abbiamo rimbalzato un po’ sulla pista e ci hanno detto, una volta scesi, che c’é stato un problema anche ad un carrello>>. (ore 13:21)