Roma – 124 voli Alitalia cancellati ieri, almeno 50 possibili cancellazioni oggi.
Lungi dall’essere tornati alla normalità, piloti e assistenti di volo ostacolano ancora, applicando alla lettera le regole del manuale operativo, le operazioni di volo.
Per tutta la giornata sarà possibile verificare le cancellazioni programmate accedendo al sito alitalia.it e collegandosi al link «stato del volo» (in basso a destra nella home page), oppure tramite palmare (mobile.alitalia.it), oppure chiamando il call center allo 06/2222
Il ministro delle Infrastrutture e trasporti Altero Matteoli, di fronte al reiterarsi di questo atteggiamento di chiusura ha auspicato che si passi “direttamente alle sanzioni dopo che ieri è stata annunciata la precettazione. Le modalità di uno sciopero fatto in questo modo, intaccano il codice penale: non è possibile consentire che 150-200 persone possano bloccare il trasporto aereo”.
Matteoli ha anche chiarito che: “il governo non ha intenzione di nazionalizzare l’Alitalia. E’ impossibile sotto tutti i punti di vista, è impossibile per l’Europa. Alitalia finora sostanzialmente è stata nazionalizzata e i risultati sono questi, la verità è chi ha lavorato in Alitalia fino ad ora ha sempre avuto un proprietario astratto, oggi Cai è un proprietario che un nome e un cognome, ha soci che investono e naturalmente lo fanno per guadagnare. Nessuno può chiedere di investire senza avere il presupposto del guadagno”. (ore 10:15)