Roma – Opel ha sviluppato l’impiego del metano con la tecnologia MonovalentPlus che prevede utilizzo di motori – dotati di pistoni, valvole e sedi valvole speciali, nonché di impianti di iniezione separati per il metano e la benzina – ottimizzati per funzionare proprio con questo carburante. I veicoli Opel a metano, marchiati ecoM, sono comunque dotati di un serbatoio contenente una riserva di benzina per coprire percorsi lungo i quali non vi fossero distributori di metano. «In casa Opel – ha detto Roberto Matteucci, amministratore delegato di General Motors Italia – coscienza ambientale vuol dire proporre intelligenti novità tecnologiche a costi contenuti in modo che siano accessibili al maggior numero possibile di clienti. Le versioni ecoFlex di Corsa, Astra e Meriva turbodiesel e di Zafira ecoM a metano sono gli ultimi esempi in ordine di tempo di questa nostra politica e si rivolgono direttamente al pubblico dei segmenti di grande volume» . (ore 16:47)