Tokyo – La nuova Cube, il cui lancio è previsto per il prossimo 19 Novembre, sarà equipaggiata con un catalizzatore che utilizza solo la metà dei metalli preziosi rispetto ai normali convertitori catalitici. Grazie all’ausilio di sofisticate tecnologie, Nissan è riuscita a mantenere separati i metalli preziosi sui substrati erigendo una serie di “muri” che ne impediscono il raggruppamento, per ottenere emissioni più pulite.
Il nuovo catalizzatore, che sarà introdotto sulla prossima generazione di Cube, dimezza la quantità di metalli preziosi utilizzati, passando da 1,3 g a 0,65 g.
L’efficienza ottimizzata ha portato a una riduzione del 75% delle emissioni di ossidi di azoto (NOx) e idrocarburi non metanici (NMHC) – al di sotto degli standard giapponesi del 2005 sulle emissioni inquinanti. Il nuovo catalizzatore verrà prodotto nello stabilimento Nissan di Yokohama e destinato al mercato nazionale giapponese. La tecnologia, sviluppata in collaborazione con l’alleata Renault, sarà applicata in futuro a bordo di modelli Renault e di veicoli diesel; interessanti potenzialità di impiego esistono anche in campi estranei al settore automobilistico.
(ore 12:00)