Berlino – Grossi guai da risolvere per il settore tedesco dell’Auto europea. In Germania, infatti, il ministro delle Finanze tedesco, Steinbrueck, ha escluso la possibilità di aiuti statali generalizzati per il settore automobilistico.
In vista dell’incontro tra il governo ed i vertici della Opel (gruppo Gm) il ministro ha spiegato che “un programma economico di emergenza per l’intero settore automobilistico non ha senso. Lo Stato non può sostituirsi al potere d’acquisto privato e che non è responsabile degli errori del settore”.  Ma non è tutto. Dalla Ue è arrivato anche il monito del presidente dell’Eurogruppo, il premier lussemburghese Jean Claude Juncker, verso quei paesi che intendono varare delle misure a sostegno del settore automobilistico messo in ginocchio dalla crisi economica. <<I governi della zona euro – ha detto Juncker – si occupano del problema del settore dell’auto, ma chi parla coordini le azioni nazionali per il settore. Tutto il resto sono solo parole>>. (ore 11:54)