Bruxelles – La responsabile dell’Antitrust Ue, la olandese Neelie Kroes, non è per nulla d’accordo con i Governi europei che vorrebbero sostenere il settore in crisi dell’auto.
<<Si deve evitare la trappola costosa di una corsa ai sussidi – ha puntualizzato la Kroes – Ho letto commenti da entrambe le sponde dell’Atlantico che gli altri stanno dando un aiuto cosicché noi dobbiamo seguirli. La posizione di Bruxelles è che, piuttosto, ci sono ampi spazi per «dare un supporto al settore centrato su R&S e scelte produttive pro ambiente. Il nostro obiettivo – ha sottolineato Kroes – non è solo quello di sopravvivere alla recessione in arrivo, ma di uscirne più prosperi, con aziende più forti e più lavoro di prima. Il piano d’azione sugli aiuti di Stato come ogni buona mappa definisce chiaramente i limiti da non oltrepassare, in quanto sono delle strade senza via d’uscita. Ci sono strade che i governi non possono percorrere, che non portano da nessuna parte e non forniranno benefici all’economia è la conclusione, e per il bene di tutti spero che i paesi membri evitino questi vicoli ciechi, e restino sulla strada principale». (ore 13:30)